My life


70’S  UN’ISOLA TRA LE ISOLE – Ero così anch’io?

L’inizio del percorso grafico avviene in quest’isola meravigliosa. San Giorgio Maggiore di Venezia è il luogo che mi ha formato scolasticamente.  Passerà poco tempo e l’avvento del computer rivoluzionerà tutto il settore. Ho “assaporato” l’artigianato della Fotolitografia e di tutta la tradizione tipografica manuale senza trascurare quella artistica con le Acqueforti. Tuttavia era scuola… i giovani non apprezzano tutto di essa ma oggi mi ritengo fortunato di avere avuto un “imprinting” di alto livello immerso in tanta bellezza.

 

80’S  PAROLA CHIAVE:  FREAK –  La stravaganza necessaria.

La mia prima automobile (proprio quella in foto). Non ho più provato, con rammarico, le forti emozioni che provavo nel viaggiare con lo stereo portatile “a palla” fatte di libertà e spensieratezza. Erano gli anni della ribellione agli stereotipi che mi portarono lontano da casa come animatore turistico nei villaggi del Ventaglio. Appassionato del settore diventai istruttore per animatori dedicandomi inoltre al teatro e alla fondazione di una compagnia teatrale. Fotografia, pittura, costumi teatrali e scenografia sono le arti che contraddistinsero questi anni frizzanti.

 

90’S  NESSUN DOLORE – Oggi reggerei quel passo?

Solo il caso mi portò ad entrare in una delle prime palestre Veneziane di quegli anni. Fu un’ondata di energia positiva che mi fece diventare istruttore in moltissime discipline sportive per gruppi. L’esigenza di ruoli da “responsabile” mi servì per gestire un settore del club e, col passare degli anni, nel diventare esperto di fitness fino ad aprire uno studio tutto mio. Nel frattempo iniziai ad usare il mio primo programma di grafica, Corel Draw 7. Sarà l’inizio di una nuova avventura con i computer (comprese tutte le problematiche correlate in quei tempi) e sopratutto il ritorno della “prima passione” che mi porterà a gestire il settore comunicazione di alcuni fitness club.

 

2000  DOPO IL BACO, LE FARFALLE – Rinascere è un mestiere.

Un nuovo inizio. Come sarebbe cambiata questa volta la mia pelle? Il vero cambiamento di questi anni riguardò sopratutto la mia mente. Da una predominanza di esecuzione aggiungerò la progettazione, dal solo mouse passerò alla creatività applicata al raggiungimento di obiettivi specifici. Termini come analisi e strategia diventeranno indispensabili, aumenteranno gli strumenti a disposizione per offrire un servizio competitivo, originale e finalmente coinvolgente (in questi anni si inizia a comprendere l’importanza di trasmettere emozioni).

 

2010 LA SCOPERTA DEI SOCIAL – Pubblicità gratuita?

Entusiasmo stellare per il primo post, nel mio profilo Facebook, con la possibilità di promuovere la mia professione, e gratis. Chiaramente la questione è stata velocemente risolta con la netta differenza tra i profili e le pagine sponsorizzate. Mi viene ancora chiesto: Farsi conoscere in un social così importante è gratuito? Ovviamente no. E’ come credere che, aprendo uno shop on line, cominciassimo a vendere e a diventare famosi in Internet solo per il fatto di averlo reso disponibile a tutti… niente di più illusorio. Perché consideriamo ovvio l’investimento pubblicitario per rendere noto un brand, una promozione o l’inaugurazione di un’attività in un determinato luogo fisico e facciamo invece ancora molta fatica ad accettare che la notorietà in Internet ha praticamente le stesse esigenze? Inoltre, a parità di investimento, la rete raggiungerà molti più utenti che potranno diventare potenziali clienti. Il mondo sta cambiando e bisogna cambiare con esso, oppure si può scegliere di essere radicati alle tradizioni e lamentarsi che il mondo non è più quello di una volta.

2020 LE TRE LEGGI DI ASIMOV – O leggi di tirare a campà?

In realtà è andata un po diversamente da come ce lo aspettavamo, ops, non posso andare oltre perché potrei cambiare la storia del mondo e incidere anche sulle vostre vite. Se vi va di saperne più contattatemi con il pensiero, scusate dimenticavo, al numero 392.5430354.